News generali

29 agosto 2014

La Commissione Europea annuncia misure urgenti per il sostegno del mercato dei prodotti lattiero – caseari

Con un comunicato stampa, pubblicato il 28 agosto u.s., la Commissione ha annunciato il varo di misure urgenti per il sostegno del settore lattiero - caseario in seguito all'acuirsi della crisi tra Unione Europea e Russia. Secondo quanto ha dichiarato...
Leggi »


28 maggio 2014

Italia: il Mipaaf ha raggiunto l'accordo con le regioni sulla applicazione della PAC 2014-2020

Il Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali, tramite un comunicato stampa, ha confermato che il Ministro Maurizio Martina ha raggiunto un accordo con gli Assessori all'Agricoltura delle Regioni italiane, nell'ambito dell'attuazione della...
Leggi »


21 maggio 2014

Italia: approvate le risoluzioni sull'attuazione della PAC

In questi giorni è stata approvata la risoluzione sull'attuazione della PAC da parte della commissione agricoltura della camera. In particolare la risoluzione ha identificato le decisioni che il governo dovrà prendere e tradurre in decreti attuativi. Tra le...
Leggi »


07.03.2016

Aiuto eccezionale all'ammasso privato di formaggi

Poiché non tutti gli Stati Membri hanno raggiunto i quantitativi massimi stabiliti per gli ammassi privati di alcune tipologie di formaggio (in base al Regolamento delegato (UE) n. 2015/1852), il 17 febbraio 2016 la Commissione Europea ha emanato il Regolamento di esecuzione (UE) n. 2016/225 che stabilisce la redistribuzione dei quantitativi rimanenti tra i paesi che hanno notificato la volontà di continuare ad usufruire degli aiuti e le tempistiche di presentazione delle domande di ammissione. Al fine di garantire la stabilità dei prezzi e tutelare il reddito dei produttori, si potrà fare domanda per l'assegnazione degli aiuti fino al 30 settembre 2016.

Su otto paesi interessati alla redistribuzione, l'Italia ha ottenuto il 39,7% delle 68.123 tonnellate inutilizzate, pari a 27.025 tonnellate (in precedenza al nostro paese erano state assegnate 12015 tonnellate). Le tipologie di formaggio ammesse all'aiuto sono quelle appartenenti alla voce TARIC NC 0406, esclusi i formaggi che non sono soggetti ad ulteriore periodo di maturazione. È necessaria una domanda per ogni lotto che si desidera destinare all'ammasso e il peso minimo ammassabile per ogni lotto è di 0,5 tonnellate.

I requisiti richiesti per l'ammissibilità dei formaggi, restano quelli stabiliti dal Regolamento delegato (UE) n. 2015/1852, ovvero:

- Origine comunitaria dei prodotti.

- Qualità mercantile buona, sana e leale.

- Stagionatura minima alla data di inizio dell'ammasso contrattuale pari a: 60 giorni per i formaggi generici; stagionatura minima stabilita dai disciplinari per i formaggi DOP e IGP; stagionatura minima stabilita dai disciplinari dei formaggi DOP e IGP per quei formaggi che presentano caratteristiche similari ai formaggi a denominazione protetta.

- I formaggi devono presentare l'età minima che ne consenta l'immissione in consumo all'inizio dell'ammasso contrattuale (ad es. 9 mesi per i formaggi tipo grana) ed essere idonei a sostenere una stagionatura di almeno 60 giorni dall'inizio dello stoccaggio.

La durata minima dell'ammasso è pari a 60 giorni, quella massima è di 120 giorni. L'importo dell'aiuto è fissato a 15,57 euro per tonnellata per le spese fisse di stoccaggio e 0,40 euro al giorno per tonnellata per le spese di magazzinaggio e di immobilizzazione del capitale.

Questa proroga all'ammasso privato dei formaggi vuole essere uno strumento di compensazione del rallentamento delle esportazioni UE verso la Cina nonché degli effetti dell'embargo da parte della Russia sui prodotti europei.

Fonte


Categorie:
Formaggi, Generali