News generali

21.05.2015

Asta GDT: durante l’evento del 19 maggio, l'indice cede 2,2 punti percentuali

Secondo i dati riportati dal Global Dairy Trade, l'ultima asta del 19 maggio si è conclusa con una diminuzione di 2,2 punti percentuali dell'indice di prezzo generale dei prodotti lattiero-caseari, a fronte di un ulteriore calo delle quantità vendute, pari al 3,05% in meno rispetto alle quantità vendute durante l'asta precedente (circa 834 tonnellate in meno), che si attestano cosi a circa 27 mila tonnellate. In diminuzione la quasi totalità degli indici di prezzo dei prodotti più importanti. Rispetto all'asta precedente, infatti, cala l'indice del latte scremato in polvere, che perde 3,5 punti percentuali, così come quello del burro (-3,2%) e quello del Cheddar, che frena del 7,1%. In leggero calo anche l'indice del prezzo del latte intero in polvere che cede lo 0,51%. L'unico indice che risulta in aumento è quello del latticello in polvere, che guadagna, rispetto all'asta precedente, 3,2 punti percentuali.

Il calo dell'indice di prezzo generale, che continua a cedere terreno da ormai due mesi, è confermato dal confronto dei dati attuali cono quelli della stagione precedente (maggio 2014). Dall'analisi si registra una contrazione di quasi 38 punti percentuali dell'indice di prezzo generale. Come sempre, le polveri di latte sono i prodotti che più contribuiscono a questa diminuzione. L'indice del prezzo del latte scremato in polvere, infatti, cede ben 47,6 punti percentuali rispetto alla stagione precedente, così come quello del latte intero in polvere, in calo di quasi 40 punti percentuali. Stesso discorso per quanto riguarda l'indice di prezzo del burro (-17,1%) e di quello del Cheddar (-25,7%).

Fonte: Global Dairy Trade