News generali

11 novembre 2016

L’INDICE FAO DEGLI ALIMENTI IN CRESCITA DEL 3,6% NEGLI ULTIMI TRE MESI

In forte aumento ad ottobre gli indici dei prezzi dei Lattiero-caseari e dello Zucchero
Leggi »


20 luglio 2016

Commissione Europea: nuove misure finanziare a sostegno del settore agricolo

La Commissione Europea ha presentato un nuovo pacchetto di misure per il settore agricolo stanziando risorse per un valore di 500 milioni di euro al fine di supportare gli agricoltori comunitari che si trovano a fronteggiare serie difficoltà di mercato, in...
Leggi »


14 aprile 2016

L’INDICE FAO DEL PREZZO DEGLI ALIMENTI IN AUMENTO DELL’1% A MARZO

Al consistente rialzo dell’indice del prezzo dello zucchero si contrappone la caduta dei prezzi dei prodotti lattiero-caseari
Leggi »


18.02.2016

Crescita delle importazioni cinesi e calo delle produzioni in Nuova Zelanda e Australia

Secondo le recenti analisi di Fonterra, la Cina sta tornando in una fase caratterizzata dalla crescita delle importazioni lattiero-casearie nonostante stia passando un periodo di turbolenza economica. La stima della crescita dell'import per dicembre 2015 è di 46 punti percentuali rispetto allo stesso mese del 2014, sostenuta dal latte alimentare e da quello in polvere per neonati, di cui sono più che raddoppiati i quantitativi.

Nel frattempo la produzione di latte in Nuova Zelanda a dicembre è scesa del 2% rispetto a dicembre 2014. In Australia nel mese di novembre la produzione è calata del 3,4% se confrontata con lo stesso mese dell'anno precedente, ma se si guarda ai dati della stagione 2015/2016 si osserva un rialzo dello 0,8% rispetto allo stesso periodo della stagione 2014/2015.

Dairy Australia riporta che le produzioni stanno calando a causa dei sottili margini di guadagno per gli allevatori (prezzi del latte bassi e costo delle materie prime in crescita) e dalla siccità che sta colpendo diverse regioni. Le previsioni per il resto della stagione 2015/2016 sono di ribasso rispetto allo stesso periodo di quella precedente, e sarà probabilmente compreso tra uno e due punti percentuali (i volumi totali di latte saranno tra 9,55-9,65 miliardi di litri).

Fonte