News generali

28 febbraio 2019

Pubblicata l'edizione 2018 de "Il mercato del latte"

A febbraio 2019 è stato pubblicato Il Rapporto sul mercato del latte sottoforma di e-book gratuitamente scaricabile dagli utenti. Curato dall'Osservatorio sul mercato dei prodotti zootecnici, giunge alla sua ventiquattresima edizione; si propone come...
Leggi »


11 febbraio 2019

Pillole internazionali: un 2017 combattuto ed un 2018 di crescita per FrieslandCampina

Il 2018 di FrieslandCampina, cooperativa olandese operante nel mercato dei lattiero-caseari, non si apre nel migliore dei modi: nel bilancio 2017 la voce profitti è pari a 227 mln di €, ben 135 mln in meno rispetto a quanto fatto segnare l'anno prima....
Leggi »


28 gennaio 2019

Inizio dolce ma finale amaro: il 2018 a due facce dell’indice FAO dei prezzi dei prodotti lattiero-caseari

A differenza di quanto accaduto nel 2017, dove si verifica una crescita su base annua dell'8,1%, l'indice FAO dei prezzi degli alimenti si contrae di 3,5 punti percentuali l'anno dopo, posizionando il valore medio a 168,4 punti. Tra i diversi indici di...
Leggi »


08.01.2014

Lombardia: l'assessore all'agricoltura Gianni Fava rilancia l'urgenza di definire il prezzo del latte alla stalla

L'assessore all'Agricoltura della Regione Lombardia Gianni Fava rilancia sull'urgenza di definire il prezzo del latte alla stalla, il cui contratto scadrà alla fine di gennaio, e sull'ipotesi della realizzazione di un polverizzatore consortile con la funzione di ridurre la volatilità delle quotazioni.  POLVERIZZATORE CONSORTILE - "Il prezzo del latte spot a Lodi e Verona è stato quotato, in chiusura d'anno, rispettivamente 48,71,e 50 centesimi al litro - osserva Fava - cifre che difficilmente, temo, gli industriali del latte riconosceranno agli allevatori per il prossimo semestre. Ritengo che la messa in opera di un polverizzatore gestito su base consortile pubblico-privata potrebbe rappresentare uno strumento in grado di assicurare maggiore forza contrattuale ai produttori". L'ubicazione, secondo l'assessore Fava, "potrebbe essere individuata nel quadrilatero del latte, fra le province di Mantova, Brescia, Lodi e Cremona". Il costo si aggirerebbe sui 20 milioni di euro. "E la Regione Lombardia sarebbe pronta a sostenere la propria parte dell'intervento".  SOLO PER ECCEDENZE PRODUTTIVE - Il polverizzatore, assicura il responsabile dell'Agricoltura di Regione Lombardia, "entrerebbe in funzione come strumento di soccorso per gestire solamente le eccedenze produttive, con la polverizzazione del latte ad uso alimentare, facilmente stoccabile ed eventualmente esportabile, come i flussi dalla Germania alla Cina dimostrano". L'impianto, inoltre, potrebbe essere impiegato per la polverizzazione del siero, richiesto sia dall'industria dolciaria che da quella farmaceutica. "In questo potremmo affiancare ulteriori soluzioni per gestire le eccedenze e governare il mercato - conclude Fava - operando nel pieno sostegno delle produzioni lattiero casearie Dop, con un sistema di supporto a tutti i consorzi".


Categorie:
Alla stalla