News generali

25.01.2016

Ridotta produzione di latte in Brasile, ma export in crescita

Negli ultimi mesi del 2015 forti piogge hanno colpito il sud del Brasile, portando ad una riduzione dell'offerta di latte. Gli allevatori brasiliani già lamentavano bassi profitti a causa del calo del prezzo del latte e diversi di loro hanno chiuso la propria attività. Questo recente problema di calo della produzione ha contribuito ulteriormente ad inasprire la situazione. Gli analisti di CEPEA (centro di ricerca universitario di San Paolo) hanno detto che il periodo di sofferenza dei profitti continuerà anche a inizio 2016 sebbene il prezzo medio pagato per il latte alla stalla potrebbe stabilizzarsi o leggermente salire; il motivo risiede nel rialzo dei prezzi delle materie prime importate.

Export: l'esportazione di lattiero-caseari nel 2015 è scesa del 7,6% in valore (è stata di 319,19 milioni di dollari americani) e del 10,7% in volume (quantità di 76.813 tonnellate).

Secondo l'associazione brasiliana dei prodotti lattiero-caseari Viva Làcteos, entro 4 anni il Brasile sarà in grado di raggiungere un livello di esportazione pari ad 1 miliardo di litri di latte. Nel settembre dello scorso anno le autorità Russe hanno approvato l'esportazione per 26 industrie lattiero-casearie brasiliane. Nel 2016 i commercianti e i produttori sperano di entrare sul mercato cinese e di incrementare i propri volumi in Messico.

Fonte