News generali

12.04.2013

Svizzera: i consumi di formaggi nel 2012 in linea con l'anno prima

I primi dati, ancora provvisori, del 2012 mostrano un consumo di formaggi in linea con i valori registrati l'anno precedente. Gli oltre 8 milioni di cittadini svizzeri hanno consumato 21,28 Kg di formaggi a testa durante tutto il 2012, circa 30g in meno rispetto al consumo registrato nel 2011. Questo calcolo è stato effettuato utilizzando la vecchia metodologia di stima. A partire dal 2012, infatti, alcuni prodotti che venivano inclusi nei formaggi spalmabili non sono più classificati come tali. Con la nuova metodologia, infatti, il consumo pro capite scende a 20,84 kg di formaggi.  I formaggi freschi e spalmabili hanno rappresentato quasi un terzo dei consumi seguiti da quelli a pasta semi dura e a pasta dura. Questi ultimi mantengono costante il loro livello di consumo rispetto all'anno prima. L'unica categoria di formaggi che ha registrato aumenti nei consumi sono quelli a pasta molle a quota 1,98 Kg pro capite.

Un altro dato interessante è il costante aumento della domanda di formaggi d'importazione e un declino dei formaggi locali. Nel 2012, si stima che il 27,9% dei formaggi consumati dagli svizzeri sia stato di provenienza estera raggiungendo quota 6,20 kg pro capite. Negli ultimi 5 anni i consumi di formaggi esteri è aumentato di circa 1,41 kg, sempre pro capite.


Categorie:
Focus Formaggi, Formaggi