News generali

28 febbraio 2019

Pubblicata la nuova edizione de "Il mercato del latte"

A febbraio 2019 è stato pubblicato Il Rapporto sul mercato del latte sottoforma di e-book gratuitamente scaricabile dagli utenti. Curato dall'Osservatorio sul mercato dei prodotti zootecnici, giunge alla sua ventiquattresima edizione; si propone come...
Leggi »


11 febbraio 2019

Pillole internazionali: un 2017 combattuto ed un 2018 di crescita per FrieslandCampina

Il 2018 di FrieslandCampina, cooperativa olandese operante nel mercato dei lattiero-caseari, non si apre nel migliore dei modi: nel bilancio 2017 la voce profitti è pari a 227 mln di €, ben 135 mln in meno rispetto a quanto fatto segnare l'anno prima....
Leggi »


28 gennaio 2019

Inizio dolce ma finale amaro: il 2018 a due facce dell’indice FAO dei prezzi dei prodotti lattiero-caseari

A differenza di quanto accaduto nel 2017, dove si verifica una crescita su base annua dell'8,1%, l'indice FAO dei prezzi degli alimenti si contrae di 3,5 punti percentuali l'anno dopo, posizionando il valore medio a 168,4 punti. Tra i diversi indici di...
Leggi »


28.01.2019

Un 2017 da protagonisti per i formaggi a Indicazione Geografica italiani

Il XVI Rapporto Ismea-Qualivita evidenzia un comparto Food&Wine a Indicazione Geografica (IG) nazionale in buona salute: il valore alla produzione raggiunge i 15,2 mld di € (+2,6%), di cui circa metà è da riferirsi al solo comparto agroalimentare, che a sua volta genera un valore al consumo di 14,7 mld di € (+6,4%). Posizione di rilievo per il comparto dei formaggi a marchio IG: 53 referenze (circa il 20% del totale di categoria europeo) e coinvolge il 33% di tutti gli operatori di filiera del comparto agroalimentare a marchio IG nazionale.

Nel 2017, la produzione certificata di formaggi IG è attorno a 525.000 ton (+1,6%) per un valore alla produzione di quasi 4 mld di € (+5,1%), pari al 57% del totale generato dall'intero comparto agroalimentare a marchio IG. Situazione analoga per il valore al consumo: circa 7,6 mld (+13%) su un totale di 14,7 mld di €. Infine, il valore all'export vale poco meno di 1,8 mld di €, per un rialzo tendenziale dell'8,5%. Un'analisi disaggregata del comparto formaggi IG evidenzia che nel 2017:

- La produzione certificata di Grana Padano sfiora le 190 mila ton (+2,7%), mentre quella del Parmigiano Reggiano aumenta di circa 6.700 ton rispetto l'anno prima. Sempre quest'ultimo evidenzia una crescita tendenziale in doppia cifra sia del valore alla produzione (+19,5%), che al consumo (+12,3%); diversamente, per il Grana Padano il valore alla produzione rimane al livello di un anno prima, mentre quello al consumo arriva a 2,9 mld (+33,7%). Per entrambi i Grana sono positivi i valori all'export: il Reggiano supera di poco i 590 mln e il Padano raggiunge 715 mln di €.

- La produzione certificata di Gorgonzola è circa 56,8 mila ton, con un valore alla produzione poco inferiore ai 360 mln di € (+12,8% sul 2016); rialzi molto più contenuti per i valori sia al consumo che all'export: +3,3% e +1,6% rispettivamente.

- Con quasi 44,1 mila ton di produzione certificata la Mozzarella di Bufala Campana evidenzia rialzi modesti del valore alla produzione e al consumo; il valore all'export aumenta dell'11,6% giungendo a 127 mln di €.

- Note dolenti per il Pecorino Romano e l'Asiago. La quantità di prodotto certificata del primo si riduce di quasi il 22% e non va meglio per i valori alla produzione e al consumo: rispettivamente 100 e 138 mln di € in meno. La produzione certificata di Asiago ha una lieve flessione, ma i valori alla produzione e al consumo hanno andamenti opposti, con il primo che sfiora i 100 mln (+2,8%) mentre il secondo flette dell'1,5%.

- Tra gli altri formaggi a marchio IG, la produzione certificata di Provolone Valpadana aumenta dell'8,4% e il valore all'export cresce di ben il 37,4%.

Fonte