News generali

24 gennaio 2022

PREZZO LATTE:

I PRODUTTORI DI SODIAAL IN DISACCORDO CON LA LORO COOPERATIVA, SCRIVE "LES ECHOS"
Leggi »


20 gennaio 2022

MARETTI (LEGACOOP AGROALIMENTARE), NON POSSIAMO GESTIRE DA SOLI L'AUMENTO DEI COSTI DI PRODUZIONE

439 - roma (agra press) - "abbiamo sempre cercato di remunerare il giusto prezzo dei prodotti agricoli conferiti in cooperativa nonostante le difficolta' del periodo. bisogna dirlo in maniera chiara la cooperazione e' in sofferenza: da soli non possiamo...
Leggi »


20 gennaio 2022

CARO ENERGIA: SCORDAMAGLIA (FILIERA ITALIA),

AGROALIMENTARE ITALIANO SOTTO PRESSIONE
Leggi »


Gli stabilimenti di macellazione, sezionamento e stoccaggio di carni rosse in Italia nel 2013 (Ministero della Salute)

Gli impianti con bollo CE in Italia nel 2013

La distribuzione regionale dei macelli di carne rossa in Italia è caratterizzata da 112 impianti dotati di bollo CE: la loro distribuzione percentuale, seppur in calo, ricalca la situazione degli anni precedenti; in particolare, rispetto al 2012 la Lombardia mantiene la sua posizione di primaria importanza con 19 impianti, avvicinando ulteriormente alla soglia del 20% la sua quota sul totale. Seguono il Veneto e l'Emilia Romagna con rispettivamente 14 e 13 impianti e la Campania e il Piemonte co 8 e 7 unità, mentre le altre regioni detengono poco più di 5 o anche meno impianti.

Il grado di dispersione degli impianti di sezionamento sul territorio nazionale ricalca quello dei macelli e nonostante l'importanza crescente del sezionamento, in termini di competitività, tale attività è praticata soltanto in parte congiuntamente alla macellazione. Sono registrati 201 stabilimenti autorizzati per il sezionamento della carne rossa fresca, in calo rispetto agli anni precedenti, nonostante i 4 stabilimenti aggiuntivi in Toscana.

I depositi frigoriferi di carne rossa con bollo CE ammontano a 240 e le regioni con almeno 8 unità sono Emilia Romagna, Veneto, Lazio, Sicilia, Campania e Lombardia: si evince un netto salto tra le prime sei regioni e tutte le altre.

In Italia, gli stabilimenti di lavorazione e commercializzazione di prodotti a base di carne ed altri prodotti di origine animale sono 2.055, di cui 1.982 sono laboratori di lavorazione prodotti a base di carne, mentre i rimanenti si occupano di altri prodotti di origine animale, quali estratti, grassi, sangue e visceri, o della produzione di carni macinate e preparazioni di carne. Inoltre, il 36,7% risultano classificati come "stabilimenti industriali" e gli altri come "impianti artigianali di trasformazione di carne". La distribuzione regionale è simile a quella vista per gli altri impianti di lavorazione, in quanto al primo posto troviamo l'Emilia Romagna, seguita dalla Lombardia, Toscana e Veneto.

Per maggiori informazioni, consultare "Il mercato della carne bovina - Rapporto 2013"