News generali

24 gennaio 2022

PREZZO LATTE:

I PRODUTTORI DI SODIAAL IN DISACCORDO CON LA LORO COOPERATIVA, SCRIVE "LES ECHOS"
Leggi »


20 gennaio 2022

MARETTI (LEGACOOP AGROALIMENTARE), NON POSSIAMO GESTIRE DA SOLI L'AUMENTO DEI COSTI DI PRODUZIONE

439 - roma (agra press) - "abbiamo sempre cercato di remunerare il giusto prezzo dei prodotti agricoli conferiti in cooperativa nonostante le difficolta' del periodo. bisogna dirlo in maniera chiara la cooperazione e' in sofferenza: da soli non possiamo...
Leggi »


20 gennaio 2022

CARO ENERGIA: SCORDAMAGLIA (FILIERA ITALIA),

AGROALIMENTARE ITALIANO SOTTO PRESSIONE
Leggi »


Consistenze di bovini minori di 1 anno destinati ad essere macellati come vitelli dal 2003 al 2013 (.000 di capi, ISTAT)

Consistenze di bovini da 1 a 2 anni destinati ad essere macellati dal 2003 al 2013 (.000 di capi, ISTAT)

Consistenze di bovini maggiori di 2 anni destinati ad essere macellati dal 2003 al 2013 (.000 di capi, ISTAT)

La struttura degli allevamenti in Italia

Il patrimonio bovino italiano nel 2012 è stimato in oltre 5,7 milioni di capi, 155 mila in meno rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, 540 mila in meno sul corrispondente dato di cinque anni prima e 767 mila in meno rispetto a dieci anni fa. La riduzione del patrimonio bovino nazionale registrata fino al 2012 ha portato le consistenze ad un nuovo minimo storico, mentre l'anno successivo si è avuta una ripresa: in particolare nel 2013 i bovini con età minore di un anno destinati ad essere macellati come vitelli sono aumentati di oltre 8 mila capi, i bovini maschi con età compresa tra 1 e 2 anni destinati al macello sono aumentati di quasi  5 mila capi (per le femmine si è avuto un incremento di oltre 6 mila capi) ed infine i bovini maschi con età superiore ai 2 anni destinati ad essere macellati hanno registrato un aumento annuale di oltre 25 mila capi (per le manze si è avuto un incremento di 36 mila capi).

Per maggiori informazioni, consultare "Il mercato della carne bovina - Rapporto 2013"